Alcune raccomandazioni per evitare la comparsa delle vene varicose

Posted on

Da evitare in chi soffre di varici e capillari, anche la depilazione con cerette a caldo, decisamente più “aggressive ” ed estese durante le vacanze al mare.

L’immobilità obbligata favorisce infattiil gonfiore dei piedi e delle caviglie,soprattutto in chi soffre di insufficienza venosa o linfatica, più a rischio di sviluppare una trombosi venosa profonda in queste situazioni. Le attività sportive in squadra con l’impiego della palla devono essere scelte con cura evitando quelle che determinano brusche accelerazioni ed ovviamente alte possibilità di traumi. Solo negli Stati Uniti, le vene varicose – delle dilatazioni nodose dei vasi sanguigni che si sviluppano soprattutto nelle gambe – colpiscono circa la metà della popolazione adulta. 4 Passeggiare e fare jogging migliora la circolazione nelle gambe e una buona circolazione aiuta a scongiurare lo sviluppo e il peggioramento delle vene varicose. Presta particolare attenzione nell’evitare indumenti troppo aderenti alla vita, sulle gambe e nella zona inguinale. Le vene varicose sono causate dal cattivo funzionamento di particolari “valvole” situate all’interno delle vene degli arti inferiori che servono per facilitare il ritorno del sangue al cuore. Molti studi clinici condotti negli anni ottanta e novanta hanno documentato una azione sfavorevole della pillola anticoncezionale nello sviluppo delle vene varicose e delle teleangiectasie “capillari” alle gambe. Lunghe passeggiate con le gambe immerse in acqua fino all’inguine sono salutari per chi soffre di problemi legati alla presenza di vene varicose Il riposo. L’attività fisica, incluso lo jogging, gioca un ruolo molto importante nella prevenzione delle vene varicose - osserva il dottor Chiesa -.

PRIMA DELLA RIMOZIONE DEI CAPILLARI NELLE GAMBE: CHE COSA SONO CAPILLARI E VENE VARICOSE DEGLI ARTI INFERIORI?

  • Non indossare scarpe con i tacchi troppo alti o troppo bassi: in ambedue i casi manca l’effetto pompa della pianta del piede e la circolazione delle gambe ne risente.

Un’ attività sportiva corretta ricopre infatti un ruolo preventivo sulla patologia varicosa nei soggetti a rischio ed un ruolo fisioterapico sulle manifestazioni iniziali dell’ insufficienza venosa.

Ma non basta: per mantenere giovane il nostro cuore è necessario aggiungere una buona dose di attività fisica alle nostre giornate spesso sedentarie. La comparsa delle vene varicose deve essere seguita da un cambio di stile di vita per rafforzare la muscolatura delle gambe e migliorare il funzionamento delle vene. È sconsigliata a chi soffre di vene varicose, alle donne in gravidanza e durante il periodo mestruale, perché il caldo è vasodilatatore e aumenta il rischio di emorragie». Molte donne, e anche una percentuale ridotta di uomini, sono afflitte dal problema delle vene varicose, che le porta a vergognarsi delle proprie gambe e doverle nascondere in pubblico. Tra le diverse attività saltano all’occhio i numerosi vantaggi del nuoto per le vene varicose, essendo indicato per persone di tutte le età e con particolari patologie. L’insufficienza venosa può essere correlata ad alterazioni patologiche delle vene (dermatite da stasi, trombosi venosa profonda, varici) o a sovraccarichi funzionali a cui sono sottoposte (es. La manifestazione più tipica è la comparsa di vene ingrossate, dilatate e tortuose sulla superficie della pelle delle gambe e di altre parti del corpo. I problemi venosi compaiono spesso nelle persone predisposte – se già alcuni membri della famiglia soffrono di vene varicose ci sono maggiori probabilità di andare incontro a questa patologia. Esiste un normale ingrossamento delle vene superficiali degli arti inferiori nei corridori (vene da sport), come risposta all’aumento del flusso venoso che si accompagna alla corsa.

Consigli per praticare attività fisica in modo corretto e sicuro

  • Evitare giarrettiere, elastici e gambaletti che ostacolano la risalita del sangue.

Bisogna evitare traumi occasionali e di grattare la cute in corrispondenza delle vene.

La legatura e stripping chirurgico sono indicate quando c’è una chiara associazione tra i sintomi e le vene varicose, come nell’insufficienza della grande safena. Deve essere un’attività che comporta un aumento della frequenza cardiaca e l’uso sia delle gambe che delle braccia. Negli Stati Uniti i problemi di vene varicose sono molto comuni: ne soffrono il 50%-55% delle donne e il 40%/45% degli uomini. Questa malattia è chiamata insufficienza venosa e porta alla dilatazione delle vene degli arti inferiori, ovvero alla formazione di varici. Per evitare la formazione di vene varicose e combattere quelle già esistenti innanzitutto bisogna fare attenzione al proprio stile di vita. Praticare una moderata attività fisica è uno dei rimedi per eccellenza per qualsiasi problema. Anche il nuoto è uno sport adatto a chi soffre di vene varicose. Ci sono attività che vi costringono a passare molto tempo in piedi oppure seduti, ma ogni tanto le vostre gambe hanno bisogno di fare un po’ di movimento. Se dovete fare attività fisica, vi consigliamo di camminare costantemente, almeno 30 minuti al giorno.

Alcune raccomandazioni per evitare la comparsa delle vene varicose

  • Evitare di fumare e di bere alcolici perché riducono la funzionalità circolatoria.

Andare in bicicletta serve a combattere questo problema perché è un’attività che regola la pressione e aumenta il flusso sanguigno nelle vene.

Se fate questi esercizi o queste attività con costanza e determinazione, potrete prevenire la comparsa delle vene varicose o migliorarne l’aspetto se già ne soffrite. minore, per cui questo tipo di attività motoria è utile nel recupero delle lesioni articolari. Questa attività sportiva non è adatta a chi soffre di incontinenza L’incontinenza delle valvole venose, oltre ad alterazioni strutturali e funzionali della parete venosa stessa, porta alla patologia diffusa come vene varicose. Un grande aiuto ci è offerto dall’attività fisica. La corsa Ne abbiamo parlato già diverse volte: correre fa bene a tutto il nostro corpo ed è anche uno degli sport migliori che aiutano a migliorare la circolazione venosa. Tra le altre importantissime proprietà di questo sport c’è anche quella di migliorare la circolazione del sangue all’interno delle vene. Salve, dopo un intervento chirurgico alle varici, quale attività fisica posso fare? L’insufficienza venosa è un disturbo della circolazione, che provoca un ristagno nelle gambe di sangue venoso, non più sostenuto dalle apposite valvole che ricoprono la parete interna delle vene.

Varici ed attività fisica

In altre parole, i geni hanno un ruolo importante e se una donna soffre di varici alle gambe, ne soffrirà molto probabilmente anche sua figlia.

(06) 630398 Fax 632196 Preveniamo, alleviamo o ritardiamo questi inestetismi con una buona attività fisica regolare. Ginnastica e attività sportiva aumentano la portata cardiaca e la circolazione sanguigna nel corpo: le vene rispondono dilatandosi e aumentando il tono venoso. Va sottolineata, però, l’importanza di non eccedere in esercizi prolungati per evitare che le vene delle gambe possano essere indotte ad una dilatazione eccessiva. Vene varicose: gli sport consigliati Uno stile di vita sano, fatto di alimentazione equilibrata e costante esercizio fisico, può fare molto contro il fastidioso problema delle vene varicose. Per quanto riguarda nel dettaglio gli sport principalmente consigliati per combattere il problema delle vene varicose, c’è una grande varietà di attività sportive fra cui scegliere. Queste vene sono “normali”, ma nei pazienti predisposti possono essere indotte ad una dilatazione eccessiva (specie nelle gambe). Questa attività sportiva non è adatta a chi soffre di incontinenza della piccola safena o presenta varici importanti del polpaccio, a meno di non indossare adeguate calze elastiche. Con la diffusione delle attività sportive si sono diffuse anche le competizioni, come stimolo a ottenere prestazioni sempre migliori ed a mantenere uno stato di forma costante. Il moto fa benissimo alla salute delle gambe, in particolare se si soffre di problemi circolatori, a patto di sapere quali sport praticare. Detto questo, c’è anche un piccolo fondo di verità: non tutti gli sport sono adatti a chi soffre di problemi circolatori come l’insufficienza venosa. Camminare, nuotare, andare in bicicletta e ballare sono le attività fisiche più utili per chi vuole preservare o migliorare la circolazione delle gambe. L’intervento di safenectomia è indicato anche per evitare la comparsa o il peggioramento delle complicanze della malattia varicosa. R: Le varici si possono sfortunatamente riformare perché l’intervento elimina le vene che sono dilatate, ma non può evitare che con il  tempo altre vene si ammalino.